Materiale da prdurre.jpg

Didascalia

Le foto o comunque il materiale di documentazione grafica prodotta durante l'esame potrebbe anche essere un piacevole ricordo,ma nel contesto di una diagnosi cosi' delicata hanno come prima funzione quella di evidenziare che si sono rispettati i criteri di qualita' richiesti.

COLLOQUIO PRELIMINARE

 Prima di eseguire il test la gestante deve essere informata adeguatamente sul significato e sulle implicazioni che questo test comporta: una volta eseguito non si può riportare indietro l'orologio.
La gestante deve quindi aver conoscenza già da prima del significato del test (scopo anche del sito), poter disporre di appropriato materiale informativo per sapere se questo esame sia una scelta per lei appropriata e con un colloquio prima dell'esame confermare di aver compreso: ad esempio cosa vuole dire il significato di un test positivo (o rischio aumentato) o negativo (rischio diminuito)

Comprendere  ad esempio che il test di screening si rivolge ai problemi cromosomici eventualmente indagabili con le procedure invasive,mentre l'eventuale studio morfologico studia quelle malformative non evidenziabili con le procedure invasive.

 

ANALISI DEI RISULTATI

Alla fine dell'esame è necessario un colloquio di spiegazione e interpretazione dei risultati e offrire adeguato consiglio per eventuali dubbi.
Il colloquio a fine esame, come quello preliminare, è parte integrante e irrinunciabile dell'esame.

Deve essere eseguito dal Medico e possibilmente non tramite una lettera inviata da un laboratorio : in efetti pur dovendo per necessita' stabilire un criterio tra POSITIVO e NEGATIVO il colloquio serve a comprendere o far comprendere o comunque analizzare con la coppia il concetto su quale  valore del rischio ricalcolato sia  ritenuto ACCETTABILE o NON dalla coppia. per quella specifica gravidanza.

 

DOCUMENTAZIONE DA PRODURRE

La documentazione dell' esame  deve contenere la foto della lunghezza del feto (CRL)  e la misura della translucenza.

Se vengono visualizzati altri rilievi utili e usati per il ricalcolo del rischio ,ad esempio la presenza dell'osso nasale ,anche questa documentazione va prodotta.Bisogna citare se questi rilievi visualizzati ,ad esempio  l'osso nasale,sono stati introdotti nel calcolo del software.

Last Edit: 12/12/2015 4:57pm
Print